Schede, video e altro materiale per presentare la Bibbia ai bambini del catechismo







- Il libro più copiato dagli amanuensi.
 - Il primo libro (stampato da Gutenberg).
 - Il libro più letto e tradotto del mondo (la Bibbia è stata tradotta in 2.355 lingue e leggendola ad alta voce ci vogliono circa 70 ore per completarla; leggendo 4 capitoli al giorno, in un anno si può realizzare l'impresa!)
 - Il libro che ha ispirato il numero maggiore di artisti a realizzare grandi opere d'arte (cfr. pagina dedicata all'arte)








Risultati immagini per rotolo bibbia

ALTRO MATERIALE:

schema sulla Bibbia - apri e scarica in formato pdf
Storia della salvezza






Guida essenziale alla lettura e comprensione della Bibbia

Primo Gironi - biblista
Il nome "Bibbia" - con cui siamo abituati a chiamare la raccolta dell'Antico e del Nuovo Testamento - è l'adattamento del plurale greco biblia, che significa "i libri". Infatti, la Bibbia si presenta al lettore come una grande biblioteca, i cui 73 volumi (46 contenenti l'Antico Testamento e 27 il Nuovo) sono venuti man mano allineandosi in un ampio arco di tempo che va dal X secolo a.C. a più di 50 anni dopo la resurrezione di Gesù.
Le due grandi raccolte dei libri biblici hanno una storia e un significato particolari per gli ebrei e per i cristiani. Per entrambi la Bibbia si differenzia da tutte le altre creazioni letterarie perché costituisce il libro per eccellenza, la "scrittura sacra" che contiene la rivelazione di Dio all'uomo e che è principio e norma di vita. Gli ebrei accolgono come loro "scrittura sacra" il solo Antico Testamento, perché ritengono che le promesse racchiuse in esso non si siano ancora realizzate visibilmente nel tempo. Per i cristiani la Bibbia è completa solo se si accolgono ambedue le parti che la compongono come momenti inseparabili di un'unica realtà.
Il termine "testamento" è la traduzione dell'ebraico berit, che significa "alleanza". Il richiamo dei profeti Geremia ed Ezechiele a una "nuova" alleanza, capace di realizzare nel futuro quella salvezza completa che non era stata possibile nel passato, ha favorito, in ambito cristiano, la distinzione tra "antica” e "nuova” alleanza. Gesù stesso ha presentato il suo messaggio e la sua opera nella cornice di una "nuova alleanza", che ha origine nel dono di sé per la salvezza di tutti.
Tre grandi parti
All'interno dei 46 libri che compongono l'Antico Testamento è possibile cogliere una struttura tripartita, che ne rispecchia il contenuto. Si tratta di quella divisione in libri storici, profetici e sapienziali, che ormai è comune trovare in tutte le edizioni della Bibbia.
libri storici hanno il loro radicamento nella storia del popolo biblico, presentata come "storia della salvezza". Un primo insieme di libri è costituito dal Pentateuco che, come dice il nome, comprende i primi cinque libri che aprono l'intera Bibbia: Genesi, Esodo, Levitico, Numeri, Deuteronomio. Sono i libri più cari alla tradizione religiosa di Israele e ai quali viene riconosciuto il grado più alto dell'ispirazione. Seguono poi le opere che abbracciano le vicende che dal XIII secolo a.C. conducono quasi alle soglie del Nuovo Testamento: Giosuè, Giudici, Rut, l-2Samuele, l-2Re, l-2Cronache, Esdra, Neemia, Tobia, Giuditta, l-2Maccabei.
libri profetici contengono la predicazione di questi personaggi carismatici, suscitati da Dio per mantenere viva tra il popolo la sua parola. Tra i profeti emergono i quattro "grandi": Isaia, Geremia (a cui vengono uniti i libri delle Lamentazioni e di Baruc), Ezechiele e Daniele (quest'ultimo appartiene più alla corrente apocalittica). Dodici sono invece i profeti "minori" (minori non per importanza, ma per il contenuto molto breve della loro predicazione): Osea, Gioele, Amos, Abdia, Giona, Michea, Naum, Abacuc, Sofonia, Aggeo, Zaccaria, Malachia.
libri sapienziali sono così chiamati perché hanno come orizzonte la "sapienza". Riferito a Dio, indica la capacità di leggere la vita e la storia alla luce di Dio e della sua parola. A questa sezione della Bibbia appartengono i libri di Giobbe, Proverbi, Qohelet, Sapienza, Siracide. Anche i Salmi e il Cantico dei Cantici sono stati inseriti in questa sezione, pur conservando un loro carattere tutto particolare.
Questa triplice divisione è motivata anche dai diversi generi letterari che caratterizzano le singole collezioni. I libri storici si distinguono per il loro radicamento nel racconto, nella narrazione, nell'epopea e in tutto ciò che attiene alla vita e alle tradizioni del popolo e allo sviluppo della sua storia. I libri profetici si distinguono per le diverse forme in cui viene proposta la predicazione dei singoli profeti: oracolo, invettiva, minaccia, simboli e immagini che si ispirano alla letteratura apocalittica. I libri sapienziali ricorrono invece al proverbio, alla massima, al parallelismo, al quadretto di vita quotidiana, all'artificio letterario dell'acrostico. In particolare il libro dei Salmi si ispira alla vasta gamma della poetica ebraica, che trasforma queste composizioni in lamentazioni, inni, salmi di fiducia, preghiere, canti di pellegrinaggio, ecc.
Cinque grandi tradizioni
Alla formazione della Bibbia e alla sua fissazione nello scritto hanno contribuito diverse tradizioni. Gli studiosi ne hanno individuato cinque principali: la Jahvista, l'Elohista, la Deuteronomica, la Sacerdotale e quella del Cronista. Le prime quattro confluiscono soprattutto nel Pentateuco. La tradizione storico-religiosa del Cronista confluisce invece nel testo di l-2Cronache (da cui prende il nome). Si tratta di correnti religiose che operano già una interpretazione dei fatti e degli avvenimenti della storia del popolo biblico e li collocano nella cornice di una storia più significativa, la "storia della salvezza".
La tradizione Jahvista è così chiamata dal nome proprio del Dio biblico: JHWH (ancora oggi impronunciabile dagli ebrei). È la corrente che ama presentare il Dio della Bibbia nel suo volto "umano": è il Dio che con le sue mani plasma l'uomo (Gen. 2,7) e che prova gli stessi sentimenti delle sue creature (amore, ira, sdegno, pentimento). Questa tradizione nasce attorno al X secolo a.C, all'epoca del re Salomone.
La tradizione Elohista risale al IV-V secolo a.C. Il suo nome deriva da Elohim, un termine generico per designare la divinità, che anche questa corrente usa. Si tratta di una tradizione molto più sobria di quella Jahvista, attenta a purificare il rapporto tra l'uomo e Dio, presentando la fede come realtà assoluta ed esigente (come in Genesi 22, nel racconto della prova di Abramo) e ricorrendo al sogno, al sonno e alla visione per evitare di immischiare Dio nelle vicende umane e salvaguardarne così la trascendenza e l'assoluta purezza.
La tradizione Deuteronomica deve questo nome al libro del Deuteronomio (dal greco dèuteros, "seconda", e nomos, "legge"). Essa è incentrata sui grandi doni di Dio a Israele: il dono della libertà, il dono della legge e il dono della terra di Canaan. Il suo impegno è quello di inculcare nel singolo credente e nel popolo tutto la fedeltà alla legge di Dio e l'amore a lui («con tutto il cuore, con tutta l'anima, con tutte le forze», Dt 6,5), per poter godere sempre questi doni. Purtroppo Israele sarà infedele e verrà sradicato dalla terra datagli in dono, con l'esilio (che si verificherà nel 586 a.C, con la caduta di Gerusalemme). La corrente Deuteronomistica "rilegge" tutta la storia del popolo biblico - compresa nei libri di Giosuè, Giudici, l-2Samuele, l-2Re - alla luce di questa infedeltà, al cui orizzonte si profila già il castigo dell'esilio.
La tradizione Sacerdotale ha origine nell'epoca dell'esilio (che si protrarrà dal 586 al 538 a.C). Il suo contenuto è presente soprattutto nel Levitico - il libro della tribù sacerdotale di Levi - e nelle significative prescrizioni che definiscono l'identità del popolo biblico: il sabato, la circoncisione, la legge. A contatto con la cultura e la religione dei popoli pagani, Israele può mantenersi fedele al suo Dio solo aderendo a queste prescrizioni e osservandole scrupolosamente.
La tradizione del Cronista è legata alla composizione dei due libri delle Cronache. In essa prevale una visione serena della storia biblica, tutta orientata al suo centro ideale, che è il Tempio di Gerusalemme. Nel tempio, ricostruito dopo l'esilio, termina il cammino storico di Israele, iniziato con la creazione e scandita dall'elezione di Abramo, dall'esodo dall'Egitto, dall'ingresso nella terra promessa e dalla scelta di Davide quale re-messia di tutto Israele. Lì, nel tempio ricostruito, sembra ricomporsi simbolicamente anche l'immagine dell'uomo con Dio, che era stata frantumata dal peccato, come era stato distrutto il tempio, a causa delle infedeltà di Israele.
Venuta formandosi alla luce di queste grandi tradizioni - alle quali sembrano sottrarsi i libri sapienziali e in parte i profetici -, la Bibbia è giunta a noi negli attuali libri che la compongono e non in altri, grazie all'ispirazione, di cui è garante Dio stesso e grazie alla fissazione del canone, cioè dell'elenco (così significa il termine greco kanon) di quei libri e di quelli soltanto che sono normativi per la vita del credente, perché trasmettono la verità che salva.
Il Concilio Vaticano II dichiara al riguardo nella costituzione dogmatica sulla divina Rivelazione, Dei Verbum: «Le verità... che nei libri della sacra Scrittura sono contenute ed espresse, furono scritte per ispirazione dello Spirito Santo. La Chiesa, per fede apostolica, ritiene sacri e canonici tutti interi i libri sia dell'Antico sia del Nuovo Testamento, con tutte le loro parti, perché, scritti per ispirazione dello Spirito Santo, hanno Dio per autore e come tali sono stati consegnati alla Chiesa. Per la composizione dei libri sacri di Dio scelse e si servì di uomini nel possesso delle loro facoltà e capacità, affinché, agendo egli in esse e per loro mezzo, scrivessero, come veri autori, tutte e soltanto quelle cose che egli voleva fossero scritte. Poiché dunque tutto ciò che gli autori ispirati o agiografi asseriscono è da ritenersi asserito dallo Spirito Santo, è da ritenersi anche, per conseguenza, che i libri della Scrittura insegnano con certezza, fedelmente e senza errore la verità che Dio, in ordine alla nostra salvezza, vuole fosse consegnata nelle sacre Lettere».
Altri testi, che si ispirano essi pure al mondo della Bibbia e ai suoi personaggi, ma non ne esprimono correttamente il pensiero e non comunicano le verità che sono via alla salvezza, non sono stati inseriti nel canone dei libri ispirati, ma sono stati accolti come "apocrifi" (termine di origine greca, che indica qualcosa da "tenere nascosto").
Linee di lettura
(…) La fedeltà al testo originale ci conduce a una attualizzazione veramente ricca, puntuale e profonda.
Un’altra linea di lettura è la fedeltà alla legge dell'"incarnazione" della parola di Dio. (…) Peccato, debolezze, guerre (compresa la cosiddetta "guerra santa"), inganni, giochi politici, corruzioni, stragi non intaccano la trascendenza di Dio, ma esprimono la sua volontà di entrare in questo mondo che egli ha creato e che vuole riportare alla bellezza e all'armonia originale, sconvolte dal peccato dell'uomo. (…) Dobbiamo sempre tener conto della legge dell'incarnazione della rivelazione, della progressività della rivelazione stessa e delle sue caratteristiche espressive, condizionate dai contesti socio-culturali del mondo antico.
Il lettore viene così condotto alla conoscenza e alla comprensione dei diversi modi (o linguaggi) con cui la Bibbia parla di Dio e mediante i quali egli comunica all'uomo la rivelazione di se stesso. (…) Alla luce di questa legge si comprende che il vero "nemico" da combattere e contro il quale nei testi dell'Antico Testamento Dio appare nella veste di guerriero e di vendicatore, è in definitiva il peccato, il male.
Infine vi è la linea di lettura che si ispira alla Bibbia come al grande codice dell'arte, a cui ha attinto tutta la cultura dell'Occidente. Riscopriamo così l'aspetto letterario e artistico della Bibbia, o meglio la sua realtà sorgiva della cultura, della letteratura e dell'arte. Le pagine più belle del testo sacro (ma a volte anche le più umili) sono andate man mano scivolando dal libro che le tratteneva e sono rimbalzate nelle più belle opere del genio umano, fissandosi nelle cattedrali, nelle miniature, nella scultura, nella pittura, nella letteratura (compresi il cinema e la televisione).

La Bibbia è sempre stata il libro delle grandi svolte della nostra storia occidentale. L'epoca che inizia dopo la caduta dell'impero romano è caratterizzata dallo studio della Bibbia presso i Padri della Chiesa. L'epoca carolingia, che dà inizio alla prima "Europa unita", ha il suo fondamento nel Venerabile Beda (672-735), grande commentatore della Bibbia (non solo sotto l'aspetto spirituale, ma anche come testo di studio e di alfabetizzazione). È l'opera di Beda a ispirare Alcalino (730-804) e la scuola di York, che tanto influsso ebbero sull'epoca carolingia e sul risvegho culturale dell'Europa.
Così avverrà - quasi nello stesso periodo - presso i popoli orientali slavi con l'opera dei san Cirillo (826-869) e Metodio (820-885), traduttori della Bibbia per quelle popolazioni e fondatori della loro liturgia. Le tappe della Riforma protestante sono scandite dal commento e dalla traduzione (in hngua tedesca) di tutta la Bibbia da parte di Lutero (1483-1546). La nostra epoca, caratterizzata dalla svolta del Concilio Ecumenico Vaticano II (1962-1965) è essa pure ancorata alla Bibbia e alla sua forza propulsiva, grazie al rinnovamento del suo studio e aha perenne vitalità delle comumità che l'accolgono e la vivono.
Ma la Bibbia è anche il libro che è all'origine delle grandi svolte nella vita del cristiano e del discepolo del Signore. Le grandi svolte storiche sono state possibili perché le stesse parole che dal testo biblico sono rimbalzate fissandosi nelle più belle opere del genio umano, si sono prima fissate nel cuore di carne dell'uomo, che le ha accolte e le ha vissute in pienezza. Tutto questo è una speranza anche per le grandi svolte che nel futuro del mondo e del cristiano ancora ci attendono e che non mancheranno di sorprenderci.

Etichette

Abbè Pierre1 abitudine1 aborto18 Abramo1 Accattoli2 accidia1 accoglienza8 adolescenti45 adozioni gay1 adulazione1 Aforismi17 agire1 aiutare1 Al centro l'amore35 Albini1 alfabeto1 Alfie2 allegria1 altruismo1 Amazzonia3 amicizia11 Amirante4 Ammaniti1 Amore71 Amoris laetitia6 Andreoli2 angelo custode3 anima3 animazione6 Anniversari27 Anno liturgico1 anziani5 apologetica3 app3 apparizioni4 Arcabas1 arcangeli2 archeologia1 Argentina1 arte22 Articoli19 Ascensione4 Assisi1 Assunta2 ateismo3 Atenagora1 Attanasio1 attesa1 audio2 Augias1 autorità1 avarizia1 Avvento18 azioni1 baby gang2 baciamano1 Baggio1 bambini18 Bannon1 Baricco1 Bassetti4 Battesimo4 Battesimo di Gesù3 Bauman3 beatitudini9 Becciu2 Beltrame1 Benedetto XVI21 benedizione3 Benigni8 Bianchi52 Bibbia40 Bibbiano2 Biffi1 Bignardi1 Bignoli1 Blade Runner1 blasfemia3 blog22 Bloom1 Bocelli2 Bonhoeffer1 Bose1 Botta9 Brown1 Brunelli1 bullismo2 buon ladrone1 Busca1 Buttiglione1 caccia1 Cacciari2 Caffarra1 Calcio sociale1 Camilleri3 Camisasca1 cammini1 campi estivi5 Cana1 Candelora1 Cannes1 Canopi3 Cantalamessa8 Canti religiosi30 Cardenal1 carismi1 Caritas2 Carlo Acutis14 Carrere1 cartine1 Castellucci1 castità6 catacombe1 Catechesi82 Caterina1 cattonerd7 Caviezel1 Cazzullo1 CEI5 Celentano1 celibato6 Ceneri5 censura1 Cevoli1 Chapman1 Che Guevara1 Cheaib7 Chiara Corbella3 Chiara Lubich11 Chiara Luce Badano2 chierichetti1 Chiesa19 Chiesa e società26 Chittister1 Christus vivit1 Ciardi2 Cinema77 Cirinnà1 citazioni75 clausura1 Coccopalmerio1 Coco1 collaboratori1 Comastri3 comunicazione2 comunità1 Comunità Giovanni XXIII1 conferenze3 Confessione10 consacrati1 conversione1 convivenza2 cooperazione1 coronavirus35 Corpus Domini4 Corviale1 Corvo1 Cosentino4 covid196 creazione1 Credo3 cremazione3 Crepaldi1 Cresima4 CRIC2 crisi6 cristianofobia6 Cristicchi3 Cristo Re1 croce3 Crocefisso3 crociate2 Cultura10 cuore1 curia2 Curtaz2 D'Avenia15 Dalla1 David Buggi3 ddlzan1 De Donatis9 de Foucauld4 De Whol1 Debora Vezzani1 Debrel1 decalogo7 defunti8 degrado1 Delpini10 demografia1 denaro1 denatalità2 depressione1 desideri1 devianze3 devozioni3 dialogo2 dibattiti37 dicembre 20181 digiuno2 Dio4 Diocesi1 diritti umani1 disagio2 discernimento5 dissenso28 divorziati5 dj Fabo2 Doglio1 Dom Gréa2 domande1 domenica3 don Benzi1 don Bosco2 Don Camillo1 don Ciotti1 don Leonardi13 don Luigi Verdi3 don Marco Pozza3 don Milani5 don Peppe Diana1 don Probo1 don Zeno1 donne e Chiesa6 Dossetti1 Dostoevskij1 down1 Draghi1 Dreher3 droga4 dvd1 e-book1 ecclesiologia di comunione1 ecologia4 economia6 ecumenismo5 edicola1 editoria1 educare17 Einstein1 Eli1 Emmaus2 emozioni1 Epicoco9 Epifania6 Ermes Ronchi6 esame di coscienza2 escatologia4 esegesi1 esercizi2 esorcismo1 estate3 Etty Hillesum2 Eucarestia5 Europa2 eutanasia16 evangelizzare3 Fabrizio Moro1 facebook2 fake11 famiglia37 Fano1 Farina1 Fatima5 Fazi2 Fazio1 fede14 felicità10 Fellini1 femminicidio2 femminismo1 Ferrero2 Fini1 Fittipaldi1 Fo1 Focolarini4 Follereau1 Fontana1 Fontanelle1 formazione1 foto1 Francesco204 Fratelli tutti1 fraternità6 Frisina1 Fromm1 Fumagalli1 fumetti3 Galantino1 Galileo1 Galimberti1 Galli della Loggia6 Gandhi2 Garelli2 Gargiulo1 Gasparino2 Gaudete2 Gen Rosso1 gender12 genitori6 Gerusalemme1 Gesù22 Gesù Re1 Giaccardi1 Gianluca Firetti3 Gibran1 Gibson2 Giotto1 giovani63 Giovanni Battista1 Giovanni Paolo II10 Giovanni XXIII3 Gironda1 giubileo1 Giuda2 giudizio1 GMG7 gnosticismo1 Gramellini2 gregoriano1 grest10 Greta1 Grillo1 Grossman1 Grun1 Guareschi1 Gutierrez1 Guzzo1 Hadjadi3 Halloween4 Hargot3 Harry Potter1 Hexameron1 hikikomori2 Hong kong1 Humanae vitae1 icone1 Il Regno1 Immacolata6 immagini51 immigrazione21 individualismo2 infedeltà1 inferno3 ingiustizia3 inquisizione1 interiorità1 internet10 Introvigne1 Isacco1 Islam1 Jean Venier1 Kasper1 Kilgour1 Koder2 Koll2 Konrad1 Kuby1 Ladaria1 laicismo4 Lambert1 Lambiasi1 lamentele1 Lasconi1 Law1 Le pen1 Leopardi1 letteratura5 letto12 Lewis2 liberazione2 libertà4 Libri135 Ligabue1 Lind1 Link2 liturgia45 Lonardo16 Loppiano1 Loreto1 Lorizio4 Lutero1 Luxuria1 M.L.King1 Madonna5 Madre Teresa7 mafia4 Maggi20 Magi1 Magister2 Magnificat1 Magris2 malattia7 malattie spirituali3 male1 male innocente4 Manara1 Mancuso4 Manicardi2 Mannoia1 Manzoni1 Maraini1 Marazziti1 Marco1 Marco Gallo1 Maria42 Mariani1 MariaVoce1 Marta e Maria1 Martin1 Martinelli1 Martini7 martiri4 Marzano3 mass media6 Mastracola1 maternità3 maternità surrogata2 Matino1 matrimonio24 Matteo A.7 Mazzolari7 media2 meditazioni2 Medjugorje9 Melloni1 Mencarelli1 Mentana1 Mercier1 Merini1 Messa15 Messale1 Messiah1 Messori3 miracoli3 Miriano13 Mirilli1 misericordia7 Missione7 MMSOTT20191 Monda5 Monica Mondo1 morale6 Muller2 Musica33 Nadia Toffa1 Natale46 Natuzza1 Negri1 Nembrini5 Neocatecumenali1 Newman2 Noa1 non ti arrendere1 Normadelfia1 Notre Dame1 Novena4 Nuzzi3 Oceania1 Odifreddi1 odio2 Olmi2 olocausto1 omelie153 omosessualità30 opzione Benedetto3 oratorio6 Ordine di Malta1 Oriente1 oroscopo1 Oscar5 Oxfam1 p.Livio Falzaga3 pace5 Padre Livio2 padre Michal1 Padre nostro5 Padre Pino Puglisi1 Padre Pio1 Pagano1 Pagazzi1 Paglia3 Palme4 Palumbo2 pandemia7 Pannella1 Paolo VI2 papà2 paradiso1 Parigi1 Parola di vita34 parrocchia3 Pasqua28 passione6 pastorale26 paternità3 Pati Trigo1 patria1 Patriciello12 paura1 peccato originale2 pedofilia16 pelagianesimo1 Pelati1 Pell1 Pellai1 pellegrinaggi3 Pelligra1 pena di morte2 Pentecoste5 perdono4 Personaggi41 pettegolezzo1 Piccolo1 Pietro e Paolo1 Pinocchio1 Pio XII1 podcast2 poesia3 polemiche77 Poli1 politica53 Polonia1 Poretti7 pornografia2 povertà3 prediche1 preghiera26 preghiere93 pregiudizi1 presepe7 Pro Vita4 profeti1 profezie1 Proietti1 Pronzato1 psicologia8 pubblicazioni40 Quaresima42 racconti5 radio2 Raggi1 Ravagnani2 Ravasi17 razzismo2 reali1 Recalcati8 relativismo2 religione8 religioni4 report2 Riace1 Riccardi6 ricchezza10 Ricci1 Rivi1 RnS1 Rom2 Roma18 Romero2 Ronaldo1 rosario7 Rosini25 Ruini1 Rumiz1 Rupnik7 Sabattini1 sacerdoti26 sacramenti5 Sacro Cuore1 Saint-Exupery1 Salmi1 salvezza1 Salvini15 samaritana1 San Filippo Neri1 San Francesco8 San Francesco di Sales1 San Giovanni Crisostomo1 San Giovanni Evangelista1 San Giuseppe7 San Leone Magno1 San Paolo2 san Tommaso dìAquino1 Sanremo7 Sant'Agostino9 Sant'Egidio1 Santa Bernardette1 Santi22 santità10 Santo Sepolcro1 Santoro1 santuari3 Sarah2 sardine1 Satana3 Saviano2 sballo1 Scalfari4 scandali7 Scaraffia4 Schmitt2 scienza e fede8 Scifoni6 scisma2 Scola1 Scorsese3 scuola5 Scurati2 secolarizzazione2 Secondin1 segreti1 Semeraro1 sentenze1 Sequeri1 serie TV19 Serra2 sessualità63 Sesta3 sette1 Settimana santa4 sexting1 Silence2 Silone1 Silvia Romano3 simonia1 Sindone2 single1 Sinodo11 Siti cattolici27 smartphone2 Snoopy1 Socci3 social3 società43 sociologia3 sondaggi1 Sorrentino1 Sosa1 Soul1 Spadaro5 speranza5 Spidlik1 spiritismo1 Spirito Santo17 Spiritualità71 Spoleto2 sport2 Springsteen1 Staglianò4 Staino2 Star wars1 Stark1 statistiche8 storia7 storicità2 streaming7 strumenti1 studente1 suicidio2 suor Faustina1 suore2 sussidi37 Tagle1 Tamaro3 Taylor1 teatro1 tentazioni6 teologia12 terremoto3 terrorismo3 Testimoni di Geova1 testimonianze17 Theobald1 Tolentino4 Tolkien1 Tonino Bello16 Tornatore1 Tornielli1 Tosatti2 Totti1 tradizione1 transessuali4 trasfigurazione4 trash1 trekking1 Triduo pasquale15 Trinità7 Trisulti1 Trump1 Turoldo2 TV24 Twenge1 twitter1 UCCR1 udienze1 unioni civili1 utero in affitto3 vacanze1 Valli4 Vallini1 Vangeli1 Vanier1 Vanni1 Vaticano5 Veltroni2 verità2 Veronesi1 Via Crucis9 Video114 Viganò3 vignette10 virtù1 visto8 vita6 vita eterna4 vita religiosa9 vizi1 vocazioni8 volontariato2 voti1 Zanardi2 Zichichi1 Zingaretti1 Zuppi4
Mostra di più

Archivia

Mostra di più

Post popolari in questo blog

Don Tonino Bello, vescovo. Citazioni, preghiere e scritti vari

Preghiere per i sacerdoti (di don Tonino Bello e di un anonimo)

CANTI DI PASQUA e i canti religiosi a febbraio 2018

I racconti di Bruno Ferrero (e non solo)