Libri segnalati: l'ultimo di Botta, il libro sulla purezza e quello sull'opzione Benedetto...

Interessanti novità editoriali

Il sacerdote, noto per i “Cinque passi al mistero”, offre una riflessione a partire dal Nuovo Testamento per ricondurre la figura di Cristo all’originalità evangelica.
Un altro libro su Gesù Cristo sugli scaffali. E se guardiamo all’autore c’è la garanzia che si tratti di qualcosa di nuovo. Perché la firma è quella di padre Maurizio Botta, sacerdote e prefetto dell’Oratorio di San Filippo Neri e vicario parrocchiale a Santa Maria in Vallicella a Roma oltre che collaboratore dell’Ufficio catechistico diocesano. Un religioso molto conosciuto nella capitale e non solo, da una parte per via dei suoi cicli di incontri dal titolo “Cinque passi al mistero”, il medesimo del suo seguitissimo blog, dall’altra per due fortunati testi precedenti che ha presentato un po’ in tutta Italia, “Le domande grandi dei bambini“ (Itaca 2016) e “Cento minuti sul Vangelo” (Berica 2017). 
Originale, a partire dal titolo “Lui! Il ritorno del re?”, un’espressione che viene spiegata da una prefazione abbastanza insolita che inizia con un colloquiale «Cari amici …». Il libro non è stato scritto a tavolino, per motivi commerciali – ci racconta l’autore – bensì nasce «dalla preghiera di un sacerdote che ha cercato nel rapporto con Dio le parole per annunciare il Vangelo durante la Santa Messa predicando a una comunità vera fatta di bambini, di genitori, di anziani, di adolescenti e di giovani come voi». Il Vangelo per padre Botta è «solo un contenitore»: a lui interessa il contenuto, che non è un insegnamento, non sono dei valori, ma una persona vivente, anzi, così «vivente» che «nulla esiste né può sussistere senza di Lui, Gesù Cristo appunto. E il suo unico desiderio è quello di farlo conoscere perché «l’incontro con Lui è l’incontro della vita». 

A fronte di questo intento si snoda la riflessione che abbraccia tutto il testo, con una costante: a partire da un passo evangelico si commenta e si attualizza con un’esegesi originale (molte le citazioni da Papa Benedetto XVI) nella convinzione che «il Vangelo di Gesù sarebbe sempre da leggere come un’innamorata legge una lettera d’amore scritta dall’uomo che ama. Fermandosi sui particolari, sulle sfumature». 

La figura che emerge è quella di un Gesù estremamente umano - anzi «virile», scrive padre Maurizio – cui non è «né automatico, né spontaneo, né immediato appartenere come discepoli». Un Gesù che grida, s’indigna, dice cose assai dure, rimprovera, prega, perdona. Altra costante è una sorta di critica trasversale ad ogni riflessione nei confronti di atteggiamenti o scuole di pensiero contemporaneo che, a detta dell’autore, finirebbero per «farne un fantoccio senza volto con uno smile per bocca e due bottoni al posto degli occhi». E rivolto a Gesù: «Ti neghiamo quello che tu sei: vivo».  

Così in Europa le «vaghe radici valoriali comunitarie crollano perché ideologiche», «perfino nella Chiesa c’è chi mette in dubbio l’unicità di Gesù come salvatore, tanto che non si pensava potesse arrivare un giorno in cui sarebbe stato necessario ribadire, in un documento come la Dominus Iesus, questa verità fondante» e «quanti battezzati pensano anche la Chiesa in termini esclusivamente umani e politici, diventando atei di fatto». Fino alla «terra asettica che ci mette a disagio dell’ecologismo “bio”» e il mondo occidentale è «padre del nichilismo e della disperazione, della lussuria e della volgarità, dell’incapacità di godere senza droga». 

Di qui l’intento di mostrare «il vero volto di Gesù» che, rimanendo lo stesso ieri, oggi e per sempre, non cambia rispetto a quello del Vangelo, «rispetto a quello che dovrebbe essere per risultare gradevole a ogni palato moderno, inesorabilmente diverso». 

Filo rosso diventa la regalità di Cristo, re di verità, e il Regno di Dio, del quale «ognuno di noi può liberamente diventare suddito» anche se «l’uomo non sa il segreto del seme del regno di Dio, i tempi della sua programmazione nascosta, la sua vitalità inaspettata, il suo dinamismo». E un cristiano non sarà mai veramente di Cristo se non si preoccupa di averlo come re: «rimarrà secco, infecondo, triste, inquieto, insipido …». 

È spesso provocatorio padre Botta – com’è il suo stile – ma si tratta di una provocazione voluta, con l’intento di scuotere le coscienze addormentate e quei comportamenti che spesso mettono in via di estinzione («peggio dei panda») parole come conversione, peccatori, salvezza, redenzione. Tra le righe talvolta c’è un sentimento di assedio (e si trova persino il termine comunismo e le visioni con al centro le masse, le classi)): «Uniti a Cristo amare tanto il mondo, anche quando questo ci rifiuta perché non vuole condannare le tenebre che porta dentro» e più avanti «la paura è sempre il nostro contesto». Ecco allora il capitolo dedicato a Satana e alle sue tentazioni, identificate, in sintesi, come «l’ideologia delle cose che passano». Perché «Satana ci tenta non contro la nostra idea accomodante di Gesù, contro le nostre riduzioni light, ma contro il Gesù vero» per via, dirà in un altro passo, della «grandezza della nostra superbia che rifiuta di riconoscere l’abisso della legge del peccato». 

È un cristianesimo molto esigente quello che prospetta il testo: una fede che segue la legge del tutto o del nulla, quasi per pochi. «Segni e incontri di resurrezione non sono per tutti. Questa è la prima cosa che ci dice il Vangelo. La risurrezione è inizialmente, anche oggi quindi, per i soli discepoli». Gesù non è apparso a Pilato, né all’imperatore, bensì si fa incontrare solo da persone che veramente lo hanno seguito, tra mille difficoltà. 

Ma nella conclusione citando Ireneo di Lione («Dio si è fatto uomo perché l’uomo diventasse Dio») l’autore apre uno spiraglio: «A un ragazzo posso dire senza timore che solo i veri cristiani possono essere profondamente ottimisti». E ogni desiderio, gioia, speranza, stupore, entusiasmo diventa reale solo se assunto in Dio attraverso Cristo. E noi, che siamo segnati da una profonda necessità di pace e gioia, non possiamo che «diventare mendicanti dello Spirito Santo» e schierarci con Gesù. Per ritrovarsi un giorno, come si legge nell’Apocalisse, «alle fonti delle acque della vita» (Ap 7,17).  

“Lui! Il ritorno del re?”, di padre Maurizio Botta - Edizioni Messaggero Padova 2018, pag. 132 € 11,50.  

Aspettare si può. Purezza e sessualità alla prova del mondo di oggi

Jason Evert,Crystal Evert

Editore: Fede & Cultura
Collana: Spirituale
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 01/02/2018
Pagine: 149 p., 
Euro: 16
Verginità, purezza e castità: valori difficili da mantenere per i giovani in una società che va in senso contrario e che spesso porta a esiti distruttivi, specie nel periodo delle scuole superiori. Che cosa vogliono ragazzi e ragazze? A chi appartiene il corpo? Fin dove si può arrivare? È possibile dominare i propri impulsi? Attraverso domande semplici e concrete questo libro sfata la convinzione per cui sia impossibile aspettare fino al matrimonio per fare sesso. I due autori, marito e moglie, danno le risposte nel modo più coinvolgente, dal loro punto di vista di uomo e di donna, attraverso la condivisione delle proprie esperienze e dei propri errori giovanili, senza moralismi.


La copertina del libro

“Fake Pope”: le false notizie su Papa Francesco

Esce oggi il libro scritto a quattro mani dai giornalisti Nello Scavo e Roberto Beretta. Si tratta del primo lavoro che raccoglie tutte le bugie sulla figura del Papa. L’intervista a Nello Scavo
Luisa Urbani – Città del VaticanoSulle fake news sono stati scritti libri e libri. Molti i testi che spiegano come riconoscere e smontare le 'bufale' che proliferano sul web e non solo. Ma mai nessuno, fino ad ora, aveva scritto un libro sulle fake news riguardanti il Papa. Ormai, infatti, il mondo delle false notizie ha colpito anche il Pontefice. In realtà le 'bufale' sono sempre esistite, ma mai come oggi sono al centro del dibattito mondiale. Complici i social network e la rete che permettono un moltiplicarsi senza precedenti.Lo scopo del libro“L’idea – spiega Nello Scavo - è nata un paio di anni fa dopo l’uscita del libro I nemici di Francesco che investiga quali sono le resistenze e gli ostacoli che il Papa incontra. Con questo lavoro, invece, abbiamo voluto documentare e cercare di smentire molte delle bufale che riguardano da vicino Bergoglio e che circolano in rete e attraverso gli altri mezzi di comunicazione”.Un testo accessibile a tuttiIl libro, come spiega uno dei suoi autori, “ non è indirizzato solo agli addetti ai lavori, ma è accessibile a tutti. Chiunque ha qualche curiosità sulle fake news può trovare delle spiegazioni e degli stimoli per approfondire questo tema”.Il fact checkingNello Scavo e Roberto Beretta hanno selezionato circa 80 delle principali accuse al Papa, compiendo un vero e proprio lavoro di debunking. “Abbiamo scelto – spiega Scavo – le notizie che ci sembravano più interessanti che vanno dal periodo della dittatura argentina fino ai giorni nostri. Le abbiamo selezionate una ad una e abbiamo cercato di verificarle attraverso smentite e riscontri. Infine – conclude – abbiamo cercato un filo logico tra le notizie per capire che alcune bufale nascono in maniera spontanea ed altre, invece, sono frutto di una regia ben precisa che tende a screditare il Pontefice”.

Il grido inascoltato. SOS dei giovani (Chiara Amirante)

“Tutti cerchiamo la felicità. Il problema è che spesso si ricorre a palliativi che ci rendono più infelici e creano dipendenze mortali”.

Chiara Amirante, fondatrice e presidente della Comunità Nuovi Orizzonti, ha da poco dato alle stampe il suo ultimo libro “Il grido inascoltato. SOS giovani”
(ed. Orizzonti di Luce).

“Tutti ci nutriamo ogni giorno, senza neanche più accorgercene, di numerosi veleni che inquinano il nostro modo di essere”, sostiene la fondatrice e presidente della Comunità, che riflette sul disagio vissuto da tanti giovani: “Circa l’80% degli adolescenti che incontriamo, anche nelle scuole dei quartieri più benestanti, manifestano almeno uno dei sintomi che caratterizzano le nuove povertà”.
Che bilancio dopo 30 anni di “strada” accanto al popolo della notte?Quando ho cominciato ad uscire in strada pensavo che il disagio più grande fosse quello della tossicodipendenza, dell’alcool, della prostituzione… Con mia grande sorpresa ho potuto constatare che i mali che affliggono i giovani sono ancora più profondi e spesso nascosti dietro a innumerevoli maschere. Stiamo vivendo davvero in una nuova guerra mondiale silenziosa caratterizzata dall’indifferenza. Crescono le forme di dipendenze e di disagio. Circa l’80% degli adolescenti che incontriamo, anche nelle scuole dei quartieri più benestanti, manifestano almeno uno dei sintomi che caratterizzano.
le nuove povertà: uso e abuso di sostanze stupefacenti e di alcool, anoressia e bulimia, forme depressive e disturbi caratteriali, internet addiction e ludopatia, bullismo, profonde ferite nell’affettività e nella sessualità, pornografia e chat erotiche molto pericolose, seri problemi familiari.
Si sottovaluta la sesso-dipendenza che porta a conseguenze disastrose. Si parla di 56 milioni di aborti in un anno, una gravidanza su cinque. Le stime sugli abusi parlano di 150 milioni di bambine e 73 milioni di bambini sotto i 18 anni. Il 29% delle persone affermano di essere state vittima di abusi sessuali durante l’infanzia. La violenza sulle donne assume dimensioni sempre più allarmanti: una donna su tre.
Chi è che non ascolta il grido dei giovani e perché?La maggior parte delle persone non ascolta il grido dei giovani perché tutti ci nutriamo ogni giorno, senza neanche più accorgercene, di numerosi veleni che inquinano il nostro modo di essere: il relativismo che non ci fa più distinguere tra ciò che è bene e ciò che è male; il consumismo che ci porta ad un usa e getta nelle relazioni con ferite devastanti; l’edonismo che ci fa passare dal ciò che è bene a ciò che mi va; il narcisismo che ci porta ad investire sempre di più nell’apparire nutrendo un profondo individualismo ed egoismo. Siamo tutti figli del nostro tempo e non ne siamo esenti. Dobbiamo aprire gli occhi e decidere di cambiare altrimenti continueremo ad alimentare questa devastazione essendone contemporaneamente vittime e carnefici.
C’è un incontro che le ha cambiato la vita?Fin da bambina ho avuto la fortuna di crescere alla scuola di Chiara Lubich. Questo mi ha donato un rapporto con Dio molto profondo. Ho sempre cercato qualcosa capace di dare un senso profondo alla mia esistenza. Mi dicevo: “Ho una vita sola, voglio spenderla per qualcosa di grande!”. Una frase del Vangelo mi ha folgorato: “Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti rimarrete nel mio Amore […]. Questo vi ho detto perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena. Questo è il mio comandamento che vi amiate gli uni gli altri come io vi ho amato” (Gv 15,9-12). È stata per me un’incredibile scoperta: una gioia che resisteva anche alle prove più terribili della vita. Questo è il segreto per la gioia: amare come ha amato Gesù concretamente sempre! Vuoi essere felice? Inizia ad amare chi hai accanto!
Che cosa è diventato Nuovi Orizzonti in questi anni?Dopo alcuni anni in cui mi ero messa in ascolto del grido dei giovani in strada, in molti mi hanno chiesto: “Chiara, portaci via da quest’inferno!”. Nel marzo del 1994, nel più completo abbandono alla Provvidenza, è nata la prima comunità dove ho iniziato a vivere con i miei nuovi fratelli proponendo loro di provare a vivere il Vangelo.

Ho visto migliaia di giovani, provenienti da esperienze estreme, passare dalla morte alla vita.

Loro stessi hanno subito sentito l’urgenza di diventare testimoni nelle missioni di strada. Nuovi Orizzonti oggi conta su 1.004 equipe di servizio, 216 centri di accoglienza, formazione e orientamento, 5 Cittadelle Cielo in via di realizzazione, circa 500mila  Cavalieri della Luce.
Si sente sempre più spesso di episodi di bullismo e violenza tra i giovani, che non di rado portano al suicidio. Come se lo spiega?Le problematiche sono tante e diverse, ma anche trasversali. Le più palesi sono solo la punta dell’iceberg di un disagio molto più profondo e diffuso: si può chiamare anoressia, alcolismo, tossicodipendenza, shopping compulsivo. Ma

sotto c’è sempre un unico bisogno inascoltato o mal soddisfatto: il bisogno di amare ed essere amati.

Non diamo ascolto alla parte più profonda di noi, a quella parte spirituale che ci caratterizza e ci rende unici. Non a caso il percorso che viviamo a Nuovi Orizzonti si chiama: “Arte di Amare. Corso di conoscenza di sé e guarigione del cuore”. È un percorso umano basato sul Vangelo perché solo Colui che è l’Amore può insegnarci ad amare veramente e in modo pieno e perché solo Colui che fascia le “piaghe dei cuori spezzati” può guarire le ferite profonde del cuore.
Che attese ha dal Sinodo?Siamo partiti dai “deserti” dalle zone più calde e rischiose per raggiungere più persone possibili, ovunque: strade, scuole, discoteche, stazioni, luoghi di aggregazione… spiagge! Dovunque andiamo trovavamo giovani con un profondo vuoto nell’anima e una tagliente solitudine.

Le mie attese per il Sinodo è che si crei un dialogo autentico tra i giovani e la Chiesa

e che noi tutti possiamo metterci davvero in ascolto del grido inascoltato di tanti per farcene carico offrendo le risposte che Gesù ci ha lasciato come eredità nel Vangelo.
Di Riccardo Benotti
Dopo i dieci "Percorsi di spiritualità":
1. Benedetto XVI – Joseph Ratzinger, Io credo
2. Luigi Maria Epicoco, Solo i malati guariscono
3. Gianfranco Ravasi, Giuseppe, il padre di Gesù
4. Paolo Curtaz, Sul dolore
5. Bruno Forte, Esercizi spirituali sui 4 Vangeli
6. Gabriele Amorth, Maria un sì a Dio
7. Angelo Comastri, Il crocifisso è vivo
8. Raniero Cantalamessa, Il volto della misericordia
9. MichaelDavide Semeraro, Il Padre ritrovato
10. Massimo Camisasca, La straniera

Famiglia Cristiana propone, dal 14 giugno, 13 ROMANZI DELL'ANIMA, a 6.90, volumi recenti o meno, tra cui:
IL SIGNOR PARROCO HA DATO DI MATTO
IL VANGELO SECONDO PILATO
LEI (di Mariapia Veladiano)

Etichette

Abbè Pierre1 abitudine1 aborto17 Abramo1 Accattoli2 accidia1 accoglienza8 adolescenti43 adozioni gay1 adulazione1 Aforismi17 agire1 aiutare1 Al centro l'amore35 Albini1 alfabeto1 Alfie2 allegria1 altruismo1 Amazzonia3 amicizia11 Amirante4 Ammaniti1 Amore70 Amoris laetitia6 Andreoli2 angelo custode3 anima1 animazione4 Anniversari27 Anno liturgico1 anziani4 apologetica3 app3 apparizioni3 Arcabas1 arcangeli2 archeologia1 Argentina1 arte21 Articoli19 Ascensione4 Assunta1 ateismo3 Atenagora1 attesa1 audio2 Augias1 autorità1 avarizia1 Avvento15 azioni1 baby gang1 baciamano1 Baggio1 bambini16 Bannon1 Baricco1 Bassetti4 Battesimo3 Battesimo di Gesù3 Bauman3 beatitudini9 Beltrame1 Benedetto XVI20 benedizione2 Benigni8 Bianchi50 Bibbia38 Bibbiano2 Biffi1 Bignardi1 Bignoli1 Blade Runner1 blasfemia2 blog22 Bloom1 Bocelli2 Bonhoeffer1 Bose1 Botta9 Brown1 Brunelli1 bullismo1 buon ladrone1 Busca1 Buttiglione1 caccia1 Cacciari2 Caffarra1 Calcio sociale1 Camilleri3 Camisasca1 cammini1 campi estivi5 Cana1 Candelora1 Cannes1 Canopi3 Cantalamessa8 Canti religiosi29 Cardenal1 carismi1 Caritas2 Carlo Acutis11 Carrere1 cartine1 Castellucci1 castità6 catacombe1 Catechesi71 Caterina1 cattonerd7 Caviezel1 Cazzullo1 CEI4 Celentano1 celibato6 Ceneri3 censura1 Cevoli1 Chapman1 Che Guevara1 Cheaib7 Chiara Corbella3 Chiara Lubich8 Chiara Luce Badano1 chierichetti1 Chiesa14 Chiesa e società25 Chittister1 Christus vivit1 Ciardi2 Cinema74 Cirinnà1 citazioni71 clausura1 Coccopalmerio1 Coco1 collaboratori1 Comastri3 comunicazione2 comunità1 Comunità Giovanni XXIII1 conferenze3 Confessione10 consacrati1 conversione1 convivenza2 cooperazione1 coronavirus31 Corpus Domini4 Corviale1 Corvo1 Cosentino4 creazione1 Credo3 cremazione3 Crepaldi1 Cresima4 CRIC2 crisi5 cristianofobia6 Cristicchi3 Cristo Re1 croce3 Crocefisso3 crociate2 Cultura10 cuore1 curia2 Curtaz2 D'Avenia14 Dalla1 David Buggi3 De Donatis9 de Foucauld4 De Whol1 Debora Vezzani1 Debrel1 decalogo7 defunti7 degrado1 Delpini10 demografia1 denaro1 denatalità2 depressione1 desideri1 devianze3 devozioni1 dialogo2 dibattiti31 dicembre 20181 digiuno2 Dio4 Diocesi1 diritti umani1 disagio2 discernimento5 dissenso26 divorziati5 dj Fabo2 Doglio1 Dom Gréa2 domande1 domenica3 don Benzi1 don Bosco2 Don Camillo1 don Ciotti1 don Leonardi13 don Luigi Verdi1 don Marco Pozza3 don Milani5 don Peppe Diana1 don Probo1 don Zeno1 donne e Chiesa6 Dossetti1 Dostoevskij1 down1 Dreher3 droga4 dvd1 e-book1 ecclesiologia di comunione1 ecologia4 economia4 ecumenismo5 edicola1 editoria1 educare16 Einstein1 Eli1 Emmaus2 emozioni1 Epicoco9 Epifania6 Ermes Ronchi6 esame di coscienza2 escatologia4 esegesi1 esercizi2 esorcismo1 estate3 Etty Hillesum2 Eucarestia5 Europa2 eutanasia16 evangelizzare3 Fabrizio Moro1 facebook2 fake11 famiglia35 Fano1 Farina1 Fatima5 Fazi2 Fazio1 fede14 felicità9 Fellini1 femminicidio2 femminismo1 Ferrero2 Fini1 Fittipaldi1 Fo1 Focolarini3 Follereau1 Fontana1 Fontanelle1 formazione1 foto1 Francesco188 fraternità5 Frisina1 Fromm1 Fumagalli1 fumetti3 Galantino1 Galileo1 Galimberti1 Galli della Loggia4 Gandhi2 Garelli2 Gargiulo1 Gasparino2 Gaudete2 Gen Rosso1 gender10 genitori6 Gerusalemme1 Gesù22 Gesù Re1 Giaccardi1 Gianluca Firetti3 Gibran1 Gibson2 Giotto1 giovani59 Giovanni Battista1 Giovanni Paolo II10 Giovanni XXIII3 Gironda1 giubileo1 Giuda2 giudizio1 GMG7 gnosticismo1 Gramellini2 grest9 Greta1 Grillo1 Grossman1 Grun1 Guareschi1 Gutierrez1 Guzzo1 Hadjadi3 Halloween4 Hargot3 Harry Potter1 Hexameron1 hikikomori2 Hong kong1 Humanae vitae1 icone1 Il Regno1 Immacolata5 immagini49 immigrazione21 individualismo2 infedeltà1 inferno3 ingiustizia3 inquisizione1 interiorità1 internet9 Introvigne1 Islam1 Jean Venier1 Kasper1 Kilgour1 Koder2 Koll2 Konrad1 Kuby1 Ladaria1 laicismo4 Lambert1 Lambiasi1 lamentele1 Lasconi1 Law1 Le pen1 Leopardi1 letteratura4 letto11 Lewis2 liberazione2 libertà4 Libri127 Ligabue1 Lind1 Link2 liturgia39 Lonardo16 Loppiano1 Loreto1 Lorizio3 Lutero1 Luxuria1 M.L.King1 Madonna5 Madre Teresa7 mafia4 Maggi18 Magi1 Magister2 Magnificat1 Magris2 malattia7 malattie spirituali3 male1 male innocente4 Mancuso4 Manicardi2 Mannoia1 Manzoni1 Maraini1 Marazziti1 Marco Gallo1 Maria39 Mariani1 MariaVoce1 Marta e Maria1 Martin1 Martinelli1 Martini7 martiri3 Marzano3 mass media6 Mastracola1 maternità3 maternità surrogata2 Matino1 matrimonio24 Matteo A.6 Mazzolari7 media2 meditazioni1 Medjugorje9 Melloni1 Mentana1 Mercier1 Merini1 Messa13 Messale1 Messiah1 Messori3 miracoli3 Miriano12 Mirilli1 misericordia7 Missione6 MMSOTT20191 Monda5 Monica Mondo1 morale6 Muller2 Musica31 Nadia Toffa1 Natale43 Natuzza1 Negri1 Nembrini4 Neocatecumenali1 Newman2 Noa1 non ti arrendere1 Normadelfia1 Notre Dame1 Novena3 Nuzzi3 Oceania1 Odifreddi1 odio2 Olmi2 olocausto1 omelie146 omosessualità26 opzione Benedetto3 oratorio6 Ordine di Malta1 Oriente1 oroscopo1 Oscar5 Oxfam1 p.Livio Falzaga2 pace3 Padre Livio2 padre Michal1 Padre nostro5 Padre Pino Puglisi1 Padre Pio1 Pagano1 Pagazzi1 Paglia3 Palme3 Palumbo2 Pannella1 Paolo VI2 papà2 paradiso1 Parigi1 Parola di vita28 parrocchia3 Pasqua27 passione6 pastorale26 paternità3 Pati Trigo1 patria1 Patriciello10 paura1 peccato originale2 pedofilia16 pelagianesimo1 Pelati1 Pell1 Pellai1 pellegrinaggi3 Pelligra1 pena di morte2 Pentecoste5 perdono4 Personaggi41 pettegolezzo1 Piccolo1 Pietro e Paolo1 Pinocchio1 Pio XII1 podcast2 poesia3 polemiche74 Poli1 politica50 Polonia1 Poretti7 pornografia2 povertà3 prediche1 preghiera25 preghiere85 pregiudizi1 presepe7 Pro Vita4 profeti1 profezie1 Pronzato1 psicologia8 pubblicazioni36 Quaresima38 racconti5 radio2 Raggi1 Ravagnani1 Ravasi17 razzismo2 reali1 Recalcati8 relativismo2 religione8 religioni4 report1 Riace1 Riccardi6 ricchezza10 Ricci1 Rivi1 RnS1 Rom2 Roma14 Romero2 Ronaldo1 rosario7 Rosini23 Ruini1 Rumiz1 Rupnik7 Sabattini1 sacerdoti26 sacramenti4 Sacro Cuore1 Saint-Exupery1 Salmi1 salvezza1 Salvini15 samaritana1 San Filippo Neri1 San Francesco6 San Francesco di Sales1 San Giovanni Crisostomo1 San Giovanni Evangelista1 San Giuseppe5 San Leone Magno1 San Paolo2 san Tommaso dìAquino1 Sanremo6 Sant'Agostino9 Sant'Egidio1 Santa Bernardette1 Santi20 santità9 Santo Sepolcro1 Santoro1 santuari3 Sarah2 sardine1 Satana3 Saviano2 sballo1 Scalfari4 scandali6 Scaraffia4 Schmitt2 scienza e fede7 Scifoni6 scisma1 Scola1 Scorsese3 scuola4 Scurati2 secolarizzazione2 Secondin1 segreti1 Semeraro1 sentenze1 Sequeri1 serie TV15 Serra2 sessualità63 Sesta3 sette1 Settimana santa3 sexting1 Silence2 Silone1 Silvia Romano3 simonia1 Sindone2 single1 Sinodo11 Siti cattolici25 smartphone2 Snoopy1 Socci3 social1 società41 sociologia3 sondaggi1 Sorrentino1 Sosa1 Spadaro5 speranza5 Spidlik1 spiritismo1 Spirito Santo16 Spiritualità64 Spoleto2 sport1 Springsteen1 Staglianò4 Staino2 Star wars1 Stark1 statistiche8 storia6 storicità2 streaming5 strumenti1 studente1 suicidio2 suor Faustina1 suore1 sussidi33 Tagle1 Tamaro3 Taylor1 teatro1 tentazioni6 teologia12 terremoto3 terrorismo3 Testimoni di Geova1 testimonianze15 Theobald1 Tolentino1 Tolkien1 Tonino Bello16 Tornatore1 Tornielli1 Tosatti2 Totti1 tradizione1 transessuali4 trasfigurazione4 trash1 trekking1 Triduo pasquale12 Trinità7 Trisulti1 Trump1 Turoldo2 TV20 Twenge1 twitter1 UCCR1 udienze1 unioni civili1 utero in affitto3 vacanze1 Valli4 Vallini1 Vanier1 Vanni1 Vaticano3 Veltroni2 verità2 Veronesi1 Via Crucis9 Video107 Viganò3 vignette10 virtù1 visto8 vita6 vita eterna3 vita religiosa9 vizi1 vocazioni8 volontariato2 voti1 Zanardi1 Zichichi1 Zingaretti1 Zuppi3
Mostra di più

Archivia

Mostra di più

Post popolari in questo blog

Preghiere per i sacerdoti (di don Tonino Bello e di un anonimo)

Don Tonino Bello, vescovo. Citazioni, preghiere e scritti vari

'Insegnami l'arte dei piccoli passi'. La preghiera di Antoine de Saint-Exupéry

Canti di adorazione e canti religiosi (dicembre 2017)

Personaggi cattolici emergenti: don Fabio Rosini (pronto a ricominciare?)